Sacramenti

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Battesimo

Per il sacramento del battesimo occorre prendere contatto con il sacerdote e partecipare ad un incontro di formazione.I padrini devono essere cattolici, battezzati e cresimati.

Le cose pratiche:

- Rivolgersi al proprio parroco per accordare un incontro di conoscenza e per lasciare i dati necessari.

 – La comunità Parrocchiale fornisce direttamente ciò che serve durante la celebrazione del Battesimo (veste e candela battesimale).

- È richiesta una dignitosa presenza in chiesa da parte di tutti (arrivare per tempo, abito sobrio e dignitoso, pregare e vivere con attenzione, intensità e senza distrazione il rito liturgico).

- Se il Battesimo avviene durante la S. Messa è richiesta la S. Confessione per poter accedere alla S. Comunione.

- Evitare tutto ciò che può distrarre, in modo particolare le fotografie ma solo in momenti precisi da concordare con il Parroco.

CONTATTO

Cresima

La Confermazione è il secondo sacramento dell’iniziazione cristiana che rappresenta la vita in Cristo. Essa perfeziona la grazia battesimale mediante il dono dello Spirito Santo che radica più profondamente nel credente i doni ricevuti nel battesimo. Essa suppone la responsabilità e consapevolezza del cristiano ad assumersi gli impegni del battesimo nella Chiesa.

Il rito della Confermazione è l’unzione col sacro crisma, che serviva per ungere i sacerdoti, i re e i profeti. Il crisma imprime il sigillo. Il gesto è accompagnato dall’imposizione delle mani del vescovo, che perpetua così quello degli apostoli.

CONTATTO

Matrimonio

Sposarsi “nella Chiesa” significa innanzitutto celebrare un Sacramento. Cioè, accettare e impegnarsi a diventare segno e strumento dell’Amore di Dio tra gli uomini. Essere segno e testimonianza dell’Amore di Dio presuppone la conoscenza di “come” ama Dio, di quali siano le caratteristiche del Suo amore.

I fidanzati sono invitati a:

- Presentarsi al proprio parroco al più presto; almeno sei mesi prima del matrimonio.

- Seguire una preparazione prossima che dovrà avvenire in due momenti distinti e complementari: la partecipazione ad un corso prematrimoniale organizzato in parrocchia, nel Vicariato o in Diocesi.

- Gli incontri con il parroco

- Riprendere, se sarà il caso, il rapporto con la Comunità cristiana della propria parrocchia, soprattutto nella celebrazione domenicale dell’Eucaristia.

CONTATTO

Incontri di preparazione al matrimonio – 2018